Viaggiare sicuri con l'eBike

Stoccarda/ Reutlingen - Chi possiede un'eBike ha la tendenza a trattarla come una bicicletta convenzionale; tuttavia vi sono piccole ma importanti differenze. Una pedelec pesa infatti un po' di più, consente di raggiungere velocità medie più elevate grazie alla spinta supplementare e le caratteristiche di marcia richiedono abilità diverse. È per questi motivi che un corso di formazione per principianti delle pedelec potrebbe essere opportuno. Alcune associazioni e istituzioni come l'ADFC offrono corsi di questo tipo. Bosch eBike Systems ha approntato alcuni importanti consigli sulla tecnica di guida dell'eBike per iniziare ad usarla.

1 Prima di partire

Un consiglio valido sia per l'eBike che per tutti i prodotti tecnici: anzitutto, è opportuno dedicare un po' di tempo a familiarizzare con l'eBike e le sue peculiarità: può essere utile leggere il manuale d'uso o fare una ricerca sul sito Web del produttore. Quindi si può fare un primo "tour per principianti", ad esempio in un parcheggio o su un prato, per provarne le caratteristiche di marcia Vi sono soprattutto due aspetti inerenti alla sicurezza da prendere in considerazione:

  • data la velocità più elevata, bisogna avere dei buoni freni e una buona tecnica di frenata Pertanto è raccomandabile fare pratica su tratti liberi prima di passare al tour vero e proprio.
  • Per garantire una buona autonomia e una tenuta più sicura in curva, la pressione delle gomme è decisiva. Sulla spalla delle gomme sono indicate la pressione minima e massima del modello specifico. Attenzione, però: quando si gonfiano le gomme dell'eBike, si deve tenere presente che il gruppo di trazione e la batteria aggiungono peso; in generale, la pressione delle gomme deve pertanto essere più elevata rispetto a una bicicletta convenzionale.

Se non si ha molta dimestichezza sugli aspetti tecnici, è anche possibile rivolgersi al proprio riveditore specializzato. Bosch persegue attivamente l'obiettivo della formazione continua e offre ai rivenditori specializzati periodici corsi di formazione completi.

2 Guidare con prudenza

Il motore elettrico mette alla prova le nostre capacità nel traffico. Le auto elettriche "passano" quasi senza far rumore e le eBike sono molto simili. Gli utenti del traffico devono inoltre adattarsi a una velocità più elevata, nel caso delle pedelec ai circa uno a quattro km/h in più. Quindi si deve prestare attenzione e assicurarsi di poter reagire in qualsiasi momento in modo adeguato agli imprevisti. L'eBiker deve quindi adattare la velocità alle circostanze specifiche, evitando così situazioni pericolose.

3 Frenare correttamente

La velocità media più elevata e il peso aggiuntivo di motore e gruppo di trazione impongono all'eBiker l'esigenza di essere sempre pronto a frenare. Una distanza di frenata minore può essere ottenuta impiegando i freni della ruota anteriore e posteriore nello stesso momento. Il ciclista deve sapere molto bene quale leva aziona ciascun freno e come reagisce la bicicletta. Utilizzando in modo errato il freno della ruota anteriore, si può infatti essere sbalzati in avanti Come evitarlo? Esercitandosi spesso. Solo così si può trovare l'equilibrio perfetto per dosare i freni. Tuttavia, non è decisiva solo la forza esercitata sulla leva del freno, ma anche il fondo stradale: l'eBiker deve infatti dosare il freno della ruota anteriore soprattutto su neve, fango o pietrisco.

4 Equilibrio e posizione in curva

In città, le situazioni di traffico stop-and-go in cui si deve avanzare a velocità moderata sono all'ordine del giorno. Tuttavia, anche per la guida diritta occorre esercitarsi. Inoltre, si deve mantenere sempre lo sguardo in direzione di marcia, mentre in curva occorre girare testa e tronco superiore in direzione della curva.

5 Superare gli ostacoli

I bordi del marciapiede e le buche nel fondo stradale fanno parte della routine di qualsiasi ciclista. Il modo migliore per superarli è alleggerire il peso sulla ruota anteriore, spostando il tronco superiore subito prima del bordo in direzione dello sterzo, per poi tirare il peso corporeo bruscamente verso l'alto. Questa manovra richiede una certa pratica: se ci si sente insicuri o si considera l'ostacolo troppo alto, è meglio scendere un attimo dalla bici. Per esercitarsi, sono ideali marciapiedi dal bordo basso o una bacchetta. Importante: non tirare il manubrio troppo bruscamente. Se si tende a ribaltarsi all'indietro, basta azionare il freno della ruota posteriore per far sì che la ruota anteriore si abbassi nuovamente a livello del fondo stradale. In generale è opportuno salire sul bordo del marciapiede nell'angolo destro per evitare di scivolare.

Il principio fondamentale è dare priorità assoluta alla sicurezza. Sull'eBike si deve sempre indossare il casco. I caschi In mold offrono un'ottima protezione, grazie alle caratteristiche Il materiale espanso rigido e ammortizzante, viene iniettato sul guscio esterno direttamente durante la produzione. Al momento dell’acquisto si dovrebbe sempre ricercare il marchio di conformità: DIN EN 1078 (CE).

Bosch eBike Serie di servizi

Viaggiare sicuri in inverno

Le giornate si accorciano, diventa più freddo e le piste ciclabili sono meno trafficate. Quando l'inverno arriva, molti lasciano la bici in cantina o in garage e tornano in sella solo in primavera. Ma è un vero peccato! Seguendo poche regole, si può andare in bici anche nella stagione più fredda usando l'eBike durante tutto l'inverno senza alcun problema.

Ulteriori informazioni

11 domande sulla batteria eBike

La batteria è la fonte di energia della pedelec. Alimenta l'elettromotore con la potenza elettrica necessaria per il supporto durante la marcia. Non sorprende, quindi, che la batteria eBike sia spesso al centro di discussioni, anche in termini professionali. Quali sono le differenze tra le batterie? Quanta autonomia ha la batteria dopo la carica? A cosa si deve prestare attenzione durante la sua conservazione? Thomas Raica, direttore dell'applicazione tecnica clienti, risponde alle nostre domande fornendo alcuni consigli.

Ulteriori informazioni

10 motivi per scegliere un’ebike

Arrivano le ebike. Per chi è giovane e per chi lo è meno, per chi vive la città e per gli sportivi, grazie alla spinta del motore elettrico, con il vento alle spalle si viaggia più a lungo e più rilassati. Quello che era conosciuto da pochi è ora una tendenza di massa.

Ulteriori informazioni