Uphill Flow Enthusiast

Greta Weithaler

Greta Weithaler:

con l'MTB, l'ex-pilota di Coppa del Mondo mette ora in primo piano il divertimento e le esperienze mozzafiato

Greta Weithaler:

con l'MTB, l'ex-pilota di Coppa del Mondo mette ora in primo piano il divertimento e le esperienze mozzafiato

Cinque buoni motivi per scegliere l'eMTB

Il fattore uniformante

Il fattore uniformante

Certo, lo dicono quasi tutti, ma è davvero un punto essenziale. Posso pedalare con chiunque. In occasione dei Women Camp e dei Sunset Ride, le partecipanti sono entusiaste dell'armonia che si crea all'interno del gruppo. Spesso, sono abituate a gite impegnative e restano entusiaste del fatto che tali gite possano svolgersi anche senza stress.

La gioia dopo e durante la corsa

La gioia dopo e durante la corsa

Questo aspetto continua ad affascinarmi veramente. Le partecipanti alle nostre escursioni, già dalla salita, dopo poco tempo presentano un grande sorriso sulle loro labbra. Provano quello che chiamiamo Uphill Flow. Esso facilita l'accesso alla montagna, la personalizzazione in base alle conoscenze specifiche e il movimento. Anche dopo la gita, questo entusiasmo rimane e si trasmette agli altri.

Accessibilità per tante persone nuove

Accessibilità per tante persone nuove

Per me, il mountain biking è una delle più belle forme di sport e condivido volentieri questa esperienza. Grazie all'eMountain bike, molte persone che vogliono vivere esperienze incredibili, possono accedere a questo sport. Possono semplicemente divertirsi, cercare sfide nelle salite tecniche o configurare il proprio allenamento in base alle proprie preferenze. Se è vero che l'eMountain bike rende uguali, è altrettanto vero che consente la personalizzazione.

Più divertimento per tutti

Più divertimento per tutti

Naturalmente, in fondo si tratta soprattutto di divertirsi. Le donne che guido sono spesso arrivate al mountain biking attraverso delle amiche e desiderano conquistare ancora più libertà d'azione. Durante le corse in eMountain bike possono pensare solo a divertirsi. Ritengo che questo abbia un valore altissimo.

Una grande esperienza nella natura in poco tempo

Una grande esperienza nella natura in poco tempo

Sono cresciuta tra le montagne altoatesine e amo la natura. Con l'eMountain bike, da un lato posso vivere esperienze più intense nella natura in tempi più brevi e, dall'altro, posso scegliere se pedalare in montagna o in un bosco a seconda delle mie preferenze. Quindi, posso viaggiare più spesso in mezzo alla natura.

"Io cerco sempre la sfida" – Greta Weithaler parla delle nuove sfide con l'eBike

Lasciati motivare dalle parole di Greta Weithaler, ex-professionista dell'XC-World Cup, in merito al suo background sportivo e al nuovo divertimento trovato nell'eMountain biking. Ti contagia immediatamente con il suo entusiasmo per lo sport, la natura e l'eBike. Dimentica i pregiudizi e affrontali tranquillamente come Greta: "Se si dimostra cortesia verso gli altri, la si riceve anche".


 

"Durante le corse in eMountain bike ci si diverte e basta, niente più e niente meno."

Greta Weithaler

"Siamo molto felici di essere qui"

al sorgere del sole, qualcuno ci risponde con entusiasmo sulla cima. Questa persona è Greta Weithaler. Greta è sulla ventina, nata e cresciuta nell'Alto Adige, più precisamente: a Naturno, in Val Venosta. Fino al 2014, Greta ha girato il mondo intero come professionista dell'XC-World Cup. Quella competizione ha definito la sua giovinezza, le sue amicizie e le ha donato numerose esperienze positive. Nel 2014 ha appeso la divisa da competizione al chiodo, per dedicarsi a esperienze più rilassate. Il caso l'ha portata verso l'eBike e ne è rimasta entusiasta. Ha riconosciuto il potenziale di accendere l'entusiasmo per il movimento nella natura nelle persone per cui finora l'accesso era troppo difficoltoso. Ed è proprio questo che ora fa sempre più spesso: la guida in occasione di Women Camp, fiere, eventi e privatamente.

Pernottiamo nel centro di Bressanone.

Siamo un gruppo pittoresco ed eterogeneo di cicliste provenienti da Germania, Austria e Italia. Greta ci ha chiesto se avevamo voglia di vedere con lei l'alba sulla cima e noi ci siamo lasciati ispirare. È presto, sarebbe bello essere a letto, ma Greta ci prende già in giro. Inseriamo le batterie appena caricate, controlliamo indicatori e impostazioni e ci dirigiamo piano e silenziosamente nel buio verso la montagna.

Dopo i primi metri di salita,

Greta segue il percorso prefissato sul suo ciclocomputer all-in-one Nyon, ci mettiamo a chiacchierare e ci svegliamo sempre di più. Da ciascuna delle sue parole sprizza entusiasmo per la sua terra natale e per il movimento nella natura. Anche questa gita è per lei un'esperienza per cui è valsa la pena alzarsi presto. L'eBike rappresenta per lei un supporto, rende più facili le decisioni. Greta ci ferma per decidere i livelli di supporto corrispondenti al nostro stato di veglia. Quindi, cominciamo con un supporto relativamente alto, per cominciare a viaggiare, per poi scalare successivamente a rapporti sempre più bassi.

 

"Se è vero che l'eMountain bike rende uguali, è altrettanto vero che consente la personalizzazione".

Greta Weithaler

Durante le nostre chiacchierate, quasi ci dimentichiamo della salita.

Ci troviamo a pochi metri dalla cima, si fa lentamente più chiaro. Improvvisamente, un forte vento sopra di noi spazza via le nuvole. Come in un camino, vengono strappate lungo i fianchi verso la valle e si apre la vista sul sole che sorge. Un altro colpo di vento fa emergere anche le Dolomiti. Ben presto, freddo e fatica sono dimenticati. Siamo entusiasti, e le grida di gioia di Greta ci trascinano.

Ci soffermiamo ancora un po' a goderci la vista

prima che Greta inserisca Bressanone come destinazione sul proprio ciclocomputer Nyon. Il percorso MTB indicato passa dalla cresta antistante. Un largo sorriso si forma sui nostri volti, Greta ci guida e ci istruisce nei punti tecnici. La guida sulla cresta è straordinaria, la trazione ci porta in modo scorrevole sulle piccole controsalite e tiene i nostri pneumatici incollati al terreno.

In un piccolo caffè

ricarichiamo le nostre memorie e le batterie. Siamo contenti che Greta ci abbia trascinato con sé, contenti di quanto abbiamo vissuto, di questa alba decisamente peculiare. Infatti, una volta tornati nel caos della città ci diventa nuovamente chiaro quanto dobbiamo ritenerci fortunati a vivere momenti come questi, ciascuno di essi del tutto unico. Greta è sempre radiosa, si diverte con noi, per noi e dopo un po', dopo diverse chiacchiere, ci sorride interrogativamente: "Batterie cariche? Allora andiamo!"

 

"Siamo molto felici di essere qui"

Greta Weithaler

Intervista con Greta Weithaler:

Presentati brevemente.

Sono Greta e vengo dall'Alto Adige. Sono cresciuta in montagna e vado in bicicletta fin dall'infanzia. Grazie al mio background nelle discipline di resistenza ho sviluppato un rapporto molto stretto con lo sport. Si esprime molto bene anche sull'eBike.

Hai appena accennato all'argomento della resistenza. Come sei passata dalle discipline di resistenza all'eBike?

All'inizio è una questione di espansione. Posso divertirmi al massimo anche in salita e quindi di nuovo in discesa. In tempi ridotti possono vivere moltissime esperienze, divertirmi e percorre molti trail.

Nel frattempo, ti capita molto spesso anche di fare la guida. Le tue partecipanti accumulano esperienze analoghe sull'eBike?

Nei miei gruppi funziona così: Le partecipanti salgono sull'eBike e devono logicamente andare in salita per la prima volta, dopo pochi metri cominciano tutte a gridare, a ridere e tutte si divertono enormemente. Ci si diverte sempre molto. Quando poi arriviamo sul trail, osservano semplicemente ciò che avevo detto prima: abbiamo 2 ore di tempo e possiamo le stesse cose in termini di densità di esperienze che altri fanno magari in un giorno intero.

Ci sono delle particolarità del sistema di trazione Bosch che ti procurano un divertimento speciale?

La mia prima esperienza consapevole con la Bosch Performance Line CX è stata in partenza. Mi trovavo sul trail, ma potevo comunque effettuare delle partenze straordinarie. Il motore risponde ottimamente anche alle basse frequenze. Quando poi proseguo sportivamente con una frequenza di pedalata più elevata, ricevo comunque un supporto altrettanto buono quanto in partenza. Questo mi procura un piacere immenso sul trail.

Come deve essere per te il tour ideale per l'eBike?

Montagne! Alta quota! Magari con una seconda batteria nello zaino, per potere allungare ulteriormente il tour. Poi, tutti i trail possibili.

Cerchi delle sfide anche con l'eBike?

Certamente! Indipendentemente dalla bici che uso, cerco sempre delle sfide. È proprio questo che mi diverte così tanto quando vado in bici. Proprio ora con l'eBike cerco continuamente passaggi difficili in salita e provo quindi a pedalare tanto a lungo da superarli interamente.  

Che cos'è per te l'Uphill Flow?

Il flow è sostanzialmente quello che ogni mountain biker prova ha provato nel downhill. Si percorre un trail non troppo difficile, ma neppure noioso. Si giunge in uno stato di benessere. Ed esattamente questo che mi offre l'eBike in salita.

Come tornano le partecipanti dalla guida con eBike?

Hanno un bel sorriso sul volto e raccontano a tutti gli altri com'è andata.

Ci sono ancora dei forti pregiudizi?

Ci sono sempre dei pregiudizi, indipendentemente dallo sport praticato. Non importa cosa fanno nella vita, ma ci saranno sempre delle persone che ci vedono del buono e altre che ci vedono il cattivo. Per l'eBike è lo stesso. Io dico solo una cosa: saliteci sopra e provatela

Come vivi gli incontri con le altre persone a caccia di svago in montagna?

Se cercano il relax, di solito sono tranquilli. Ho di rado problemi in montagna con gli escursionisti o con gli altri mountain biker. Se si dimostra cortesia verso gli, la si riceve anche.

Che importanza ha la natura per te?

Una grande importanza. Sono cresciuta tra i monti e noto sempre di più quanto siano importanti per me le montagne e la natura. Quando sono immerso nella natura su un'eBike, mi sento davvero bene e questo ha una grande importanza per me.