Enduro World Series 2017

GIORNALISTI NEL FLOW 

Enduro World Series 2017

GIORNALISTI NEL FLOW 

eBike per giornalisti

L'Enduro World Series (EWS) è la più grande e famosa competizione internazionale di mountain bike Enduro. I migliori mountain biker si sfidano in otto gare, al termine delle quali sarà premiato il campione mondiale di Enduro.

L'EWS è un vero spettacolo per i media: i vari eventi sono seguiti da molti giornalisti che accompagnano i ciclisti, donando alle gare una vasta eco mediatica. L'azienda Cube, produttrice di biciclette, mette a disposizione dei giornalisti 20 eMountain bike epowered by Bosch. Grazie al supporto elettrico, le attrezzature fotografiche possono essere trasportate in modo più semplice e rapido, garantendo così una corrispondenza ottimale. Il 2017 ha segnato il secondo anno di collaborazione fra Bosch e Cube.

3º turno: Madeira, Portogallo

Quest'anno la gara europea ha preso avvio per la prima volta a Madeira, un'isola situata fra il Portogallo e l'Africa. Il 13 e il 14 maggio c'era un bel sole e uno scenario fantastico – non solo per i ciclisti.

4º turno: Wicklow, Irlanda

Il quarto turno dell'Enduro World Series ha avuto luogo a fine maggio a Wicklow, Irlanda. Le Carrick Mountains offrono un panorama unico. E la corsa viene resa unica dai fan irlandesi: centinaia di appassionati di biking partecipano e festeggiano i ciclisti. Ogni anno, tutto ciò rende Wicklow un punto di riferimento dell'Enduro World Series.

Sempre in prima linea

All'Enduro World Series si sfidano i migliori e i più veloci mountain biker Enduro del mondo. Sebbene l'organizzazione offra un servizio navetta, grazie alle eBike gli addetti alla stampa possono spostarsi in modo più flessibile e indipendente e essere sempre in mezzo alla gara in ogni tappa. Cube Bikes mette a disposizione, in tutti i turni europei dell'Enduro World Series, 20 eBike Stereo Hybrid 160 per giornalisti e fotografi.

"Davvero eccezionali

È davvero molto più facile risalire una montagna con l'eBike quando si deve portare con sé tutta l'attrezzatura fotografica."

"Ogni volta che si ha bisogno di più potenza, la si ha!"

"Andare in salita è fantastico, si ha la sensazione di risalire un tracciato e non una semplice salita. Si ha la possibilità di convertire una semplice risalita in un vero tracciato uphill." Anche Greg Callaghan, vincitore del 3º turno dell'Enduro World Series a Wicklow, Irlanda, è un fan entusiasta delle eBike.

5º turno: Millau, Francia

Il 5° turno ci ha portati a fine giugno / inizio luglio a Millau, Francia. Situata nel sud del paese, questa regione offre percorsi rocciosi e tecnici e puro divertimento. Per la prima volta l'EWS si è svolto nell'ambito dei Natural Games, un grande evento sportivo.

8º turno: Finale Ligure, Italia

Anche quest'anno la finale dell'Enduro World Series ha avuto luogo di nuovo a Finale Ligure. A fine settembre / inizio ottobre si è svolta una gara appassionante sull'incredibile sfondo della Riviera ligure: sole, mare e centinaia di chilometri di trail estremamente complessi.

Buoni motivi per scegliere l'eBike

Abbiamo intervistato tre persone che utilizzano l'eBike per motivi diversi e che hanno esperienze diverse. Le interviste complete:

Fotografo

Jérémie Reuiller

 

Chi è

Dopo la laurea in fotografia, a partire dal 2013 ho scattato foto in tutte le edizioni dell'Enduro World Series descrivendone le gare. Il compito dei fotografi durante l'EWS è cambiato rispetto alle edizioni iniziali: nelle foto si vedono paesaggi fantastici e tutto sembra bello e semplice. Una buona foto nasconde però un lavoro enorme. Buona organizzazione, un portatile, un'eBike e si può lavorare più rapidamente e scattare foto a più ciclisti! Per noi è fantastico!

Che vantaggi ti offre spostarti con un'eBike nell'EWS?

Il vantaggio principale è poter scattare foto ovunque. Se dobbiamo scattare foto in montagna o comunque lontano, diventa davvero difficile senza un’eBike. A piedi sarebbe troppo lunga e a volte la strada non si può percorrere in auto o con lo scooter. Una eMTB consente invece di arrivare ovunque e di scattare rapidamente le mie foto.

 

Cosa si prova a risalire un tracciato con una eMTB?

Ho usato una eMTB per la prima volta a Finale Ligure, durante l'EWS 2015. Non ero sorpreso solo dalla potenza, ma anche dalle molteplici possibilità che offre. Salite ripide o lunghe, niente è impossibile! Volevo seguire la gara salendo e scendendo e la borsa della fotocamera era davvero pesante. Solo con un'eBike avrei potuto farcela e conservare le energie sufficienti per il lavoro. Guidare una eMTB è sicuramente la parte più rilassante del mio lavoro. Una eMTB può davvero trasformare due ore di viaggio in due ore di divertimento, perché consente di risalire sia tracciati ripidi che tecnici con forza sovrumana, nel vero senso del termine. Mi godo l'intero percorso e arrivo in cima con il sorriso in faccia perchè risalire una montagna è davvero divertente quanto andare in discesa.

 

Come hanno reagito i concorrenti e i team dell'EWS, gli spettatori e gli altri giornalisti quando ti sei presentato per la prima volta con una eMTB a una gara di EWS?

Quando superiamo i ciclisti in salita, ridono tutti e vorrebbero averne una! Gli spettatori e lo staff sono assolutamente curiosi e ci fanno domande su come usare le eMountain bike, sulla loro potenza e su altri dettagli. Qualcuno non ne aveva mai vista una.

 

Sei stato entusiasta sin dall'inizio. Come hanno reagito gli altri?

Dalla prima gara EWS a oggi la sensazione è cambiata. Nel frattempo, le eBike sono diventate più affidabili e molti mi chiedono perché non abbia usato una eMTB ancora prima.


Marketing Manager

Guillaume Heinrich

 

Chi è

Ho 32 anni e sono un appassionato della bicicletta e della natura. Come molti miei avversari francesi, da oltre 10 anni pratico l'Enduro e partecipo alle gare. Nelle competizioni EWS sono nella top 50, mentre nella Megavalanche sono nella Top 10. Grazie alla mia attività nel settore ciclistico, da anni abbino la mia passione con il lavoro e oggi sono Marketing Manager presso Bosch eBike Systems in Francia.

Come contribuisce Bosch alla collaborazione tra CUBE e l’EWS?

Insieme a CUBE, Bosch mette a disposizione una flotta di 20 eMountain bike per lo staff e gli addetti alla stampa in tutte le tappe europee dell'Enduro World Series (EWS). Grazie a queste eMTB, giornalisti e fotografi possono spostarsi più rapidamente e facilmente e trasportare le loro attrezzature da una tappa all'altra in modo più efficiente ed ecologico. I ciclisti del team Cube Action impiegano le eMTB anche nell'ambito del loro programma di formazione. Il numero degli sportivi che utilizzano le eMTB aumenta sempre di più. Il nostro sport si sta definitivamente aprendo ad una nuova dimensione.

 

Cos’è il mountain bike Enduro?

Si può dire che l'Enduro sia oggi la disciplina principale della mountain bike: tutti vogliono praticare l'Enduro o lo fanno già. Pedalano al loro ritmo risalendo la montagna, si godono la natura e il paesaggio per godersi poi il percorso in discesa, tutto con una bicicletta. Le gare di Enduro sono analoghe ai rally del motorsport: c'è un tempo limite per raggiungere la cima. In discesa vi sono tappe a tempo e alcuni tratti per pedalare.

 

Quali sono le caratteristiche dell'eBike che sono impiegate nel progetto?

La CUBE Stereo Hybrid 160 è stata scelta per la sua potenza. È infatti in grado di affrontare anche i tratti più duri dell'Enduro World Series. Le sospensioni hanno una corsa anteriore e posteriore da 160 mm, un angolo di sterzata di 66° e il baricentro ribassato.

Questa eMTB è dotata di un gruppo di trazione Performance Line cx di Bosch con una coppia di 75 Nm, di una batteria PowerPack 500 e di un ciclocomputer Nyon.

La gamma di biciclette CUBE 2017 include le stesse bike, come quelle impegnate nel progetto, la CUBE Stereo Hybrid 160. Per ulteriori informazioni, è possibile rivolgersi al proprio rivenditore locale CUBE.


Professionista nel downhill

André Wagenknecht

 

Chi è

Originario del Vogtland, in Germania, pratica downhill da molto tempo e da alcuni anni a questa parte, raccoglie successi nelle gare di Enduro. A differenza di molti altri, il "ragazzo", come lo chiamano gli amici, non proviene dal Cross Country, ma è entrato direttamente nel downhill negli Anni 90. André è stato un ciclista del team Cube Action sin dall'inizio e ha vinto il campionato tedesco di downhill e di Enduro.

Dopo aver vinto il tuo primo campionato tedesco di MTB Enduro nel 2014, sei sparito per molto tempo. Cos'è successo?

Mi hanno diagnosticato la mononucleosi infettiva. Per cui la stagione per me si era già conclusa. È stato davvero sconfortante: è passato molto tempo prima che potessi iniziare di nuovo e comunque con molta cautela.

 

Che ruolo ha avuto l'eBike nella tua riabilitazione?

L'eBike è stata la luce in fondo al tunnel. I medici mi avevano completamente proibito la bicicletta, ma con la mia eBike potevo di nuovo andare in salita in modo sicuro. Notavo che con l'eBike potevo allenarmi in modo strutturato, controllando il polso e soprattutto che mi stavo divertendo. Posso controllare il battito del polso in modo semplicissimo sul ciclocomputer Nyon. Sul suo schermo posso monitorare anche tutti gli altri parametri di allenamento, in modo pormi sempre degli obiettivi.

 

Pensi che sia opportuno e necessario sviluppare competizioni specifiche per le eBike?

Sarebbe sicuramente interessante. In questo ambito siamo ancora nella fase di sperimentazione. Nel 2016, io stesso ne ho provati molti per trovare nuovi concept. Come corridore ho ancora la possibilità di dare un contributo. Tuttavia dovrebbe essere il divertimento il primo obiettivo e non la gara.