UN‘AVVENTURA ELETTRIZZANTE

Maximilian Semsch è un vero appassionato dell'eBike. Percorrendo ben 16.000 km, il regista e fotografo di viaggio ha già visitato tutta l'Australia. Ora è alla scoperta della propria patria e viaggerà per cinque mesi in Germania.

UN‘AVVENTURA ELETTRIZZANTE

Maximilian Semsch è un vero appassionato dell'eBike. Percorrendo ben 16.000 km, il regista e fotografo di viaggio ha già visitato tutta l'Australia. Ora è alla scoperta della propria patria e viaggerà per cinque mesi in Germania.

In sella da un Land all’altro per tutta la Germania

“Avventura Germania: riscoprire la patria" è il titolo del suo nuovo percorso. Da maggio a settembre, Semsch pedalerà in tutti i 16 Länder. Lui pensa infatti che "spesso la più grande avventura parte proprio dalla soglia di casa. Perché si scopre qualcosa di nuovo. La Germania offre di tutto, dalla montagna al mare."

16.000 km attraverso l’Australia:

What a Trip!

Il regista, originario di Monaco, gira documentari e vive sempre esperienze che nulla hanno a che fare con l’ordinario. Nel 2012 ha visitato tutta l'Australia con una eBike dotata di trazione Bosch, percorrendo 16.000 km. "Non ebbi alcun problema", ci racconta oggi, "e la tecnica di allora non era certo quella di oggi." Solo 50 Nm di coppia invece degli odierni 75 e batteria da 300 Wh invece di 500. Racconta Semsch: "Fu un'autentica sfida. Nessuno era ancora mai arrivato così lontano. E il tutto con molto vento, caldo e in solitudine." Ancora oggi mostra il suo seguitissimo documentario "What a trip" ("Che viaggio!") in tutta la Germania.

Avventura Germania

Solo nelle prime tre settimane Semsch ha già percorso 1.500 km. "Ho viaggiato quasi solo su percorsi che non conoscevo ancora, di cui 1.400 km su piste ciclabili." Una meraviglia dopo l'altra: l'organo più grande del mondo a Passau, il Krämerbrücke (il "ponte dei bottegai") a Erfurt, il vecchio passaggio di confine "Checkpoint Apha", il tramonto sulle rive del Danubio. "Mi sono accampato sulla spiaggia circondato da conchiglie e, seduto davanti a un falò, ho pensato: le spiagge thailandesi non sono mica più belle, solo più esotiche."

In modalità „Turbo“ al castello di Wartburg

Risalire dalla città di Eisenach, in Turingia, fino al castello di Wartburg, anche con una bicicletta a trazione elettrica è già di per sé una bella sfida: la pendenza raggiunge infatti il 27 per cento e anche spingere la bici era impossibile, visto il bagaglio da 45 kg che portava con sé. E così, dopo aver percorso un breve tratto in discesa, Maximilian Semsch si è fatto spingere per qualche metro da un altro veicolo. L’avventura è ripartita fino a raggiungere la cima in modalità "Turbo". "Incredibile!", afferma Semsch con un'espressione radiante dipinta sul volto.

Una pausa per il ciclista e per le batterie

Con la sua bicicletta dotata del sistema eBike Performance Line CX di Bosch, Semsch percorre ogni giorno non più di 80 100 km. „Dedico del tempo a ogni regione, scatto delle foto e registro filmati.“ Per la maggior parte del tempo viaggia in modalità „Tour“ e durante le pause o nei pernottamenti sfrutta il tempo a disposizione per ricaricare entrambe le batterie.

In viaggio in compagnia

A volte, durante le sue tappe, è accompagnato anche da persone di spicco come Jens Weißflog. La leggenda del salto con gli sci dirige oggi un hotel in cui offre agli ospiti anche delle eBike. Ma Semsch è accompagnato anche da numerose altre persone che lo avevano contattato attraverso Facebook o via Internet.

Relax garantito

Della possibilità di visitare il proprio paese in bicicletta e dell’ospitalità delle persone che lo incontrano per strada, Semsch è entusiasta: „Non posso far altro che consigliare a tutti di viaggiare, almeno una volta, attraverso la Germania con l’eBike per una settimana. È molto più rilassante che una settimana al mare in modalità “tutto incluso”.

Intervista a Maximilian Semsch1. Maximilian, ormai sei in viaggio sull'eBike già da quattro mesi per la Germania. Com'è stato finora, com'è andata con l'eBike?

1. Maximilian, ormai sei in viaggio sull'eBike già da quattro mesi per la Germania. Com'è stato finora, com'è andata con l'eBike?

Maximilian Semsch: Se confronto il mio viaggio in Germania con quello che feci nel 2012 in Australia, ho le idee chiare: finora tutto è andato liscio nella mia terra. In Australia, tra una stazione di rifornimento e la successiva, talvolta vi erano 300 chilometri, mentre in Germania la situazione è notevolmente più semplice. La difficoltà maggiore quando si viaggia con l'eBike è la gestione delle batterie: risparmiare capacità ed energia è importante per viaggiare senza preoccupazioni. In tal senso, in Germania vi sono buoni presupposti. Durante la pausa pranzo o per il caffè ho sempre ricaricato la batteria a una presa nel ristorante, ma ho sempre avuto accesso alla rete elettrica, sia sui traghetti che nelle stazioni di rifornimento e persino a casa di privati. Sto viaggiando con due PowerPacks e bastano abbondantemente per tutto il viaggio.

2. In Germania, sempre più persone scelgono di viaggiare in bicicletta. Consiglieresti ai fan della bici la tua patria come meta?

Maximilian Semsch: Certamente! Ho viaggiato su due ruote in paesi come la Russia e il Kazakistan; ogni volta era una nuova e fantastica esperienza, ma non c'era un solo chilometro di pista ciclabile. In Germania, vi sono invece 75.000 chilometri di piste ciclabili di lunga percorrenza, e nel mio viaggio ne ho già utilizzati 8.000 in totale. Credo che la Germania sia uno dei paesi più "bicicompatibili": le infrastrutture sono perfette e ci sono cartelli che indicano le strutture di pernottamento e di assistenza, presenti ovunque. In Germania, viaggiando per 1.000 km passiamo dalle Alpi al mare e, nel frattempo, è possibile ammirare gli Elbsandsteingebirge, visitare Berlino ed esplorare la Terra dei laghi. Insomma, la Germania ha davvero molto da offrire. Inoltre, le distanze sono relativamente brevi: perfette quindi per un'escursione con l'eBike.

3. Quando si decide di viaggiare con l'eBike, cosa si deve considerare durante i preparativi?

Maximilian Semsch: Un po' di pianificazione è necessaria. Per scegliere il percorso giusto, si deve decidere in anticipo cosa si vuole vedere e vivere durante il viaggio. Tuttavia, non è necessario prenotare tutti i pernottamenti con mesi di anticipo e anche chi non vuole fermarsi in campeggio trova, di solito, alternative senza problemi . Prima di iniziare il viaggio si deve considerare cosa può servire e come può essere trasportato sulla bici. E’ opportuno portare con sé attrezzi, kit di riparazione e una pompa ad aria idonei ad ogni evenienza. Non deve mancare, inoltre, un kit di "primo soccorso" con cerotti e disinfettante. Tuttavia, per qualsiasi preparativo, il mio consiglio è non programmare troppo: semplice salite in sella e vedete giorno per giorno come procede il viaggio.

4. La tua eBike è dotata di computer Nyon. Qual è la tua esperienza con questo ciclocomputer?

Maximilian Semsch: Devo ammettere che inizialmente ero piuttosto scettico. Finora avevo pianificato i miei viaggi quasi solo con mappe cartacee, rinunciando al navigatore. Ma ora, dopo quattro mesi di viaggio con Nyon, non voglio più fare a meno del mio ciclocomputer. In tutto il viaggio non ho usato una sola mappa su carta, e mi sono lasciato guidare in gran parte da Nyon, pianificando le mie mete con l'App dallo smartphone. Quasi tutte le piste ciclabili di lunga percorrenza hanno una pagina web, da cui è possibile scaricare gratuitamente i file GPX: caricandoli nel portale Bosch eBike Connect ho potuto proseguire il percorso.

5. Qual è stata la tua migliore esperienza?

Maximilian Semsch: Durante il mio viaggio ho provato davvero tante emozioni diverse, ho visto molte cose e vissuto numerose esperienze, quindi è difficile sceglierne una in particolare. Tuttavia, se dovessi decidere, sceglierei la costa occidentale della penisola di Darß, sul Mar Baltico: silenziosa e selvaggia, né un hotel né un bar. Mia moglie e io ci siamo accampati direttamente in spiaggia e di sera abbiamo ricevuto una visita inaspettata. Una volpe si è avvicinata a pochi centimetri da noi, mostrando la stessa confidenza di un cagnolino. È stato davvero incredibile ammirare il tramonto su questa spiaggia solitaria assieme ad una volpe!

L’eBike di Maximilian

Performance Line CX

Il punto di riferimento per l’eMountain Biking sportivo, per percorsi piani e in salita. Performance Line CX consente un’accelerazione dinamica anche su terreni alpini.

PowerPack 500

Il PowerPack 500, un moderno accumulatore a ioni di litio, grazie alla sua elevata densità energetica e a un chilometraggio molto elevati, rende ogni gita davvero piacevole.

Nyon

Il ciclocomputer all-in-one Nyon è offre funzioni di navigazione, controllo eBike e dati di marcia in un solo dispositivo.